Tagged meltemi editore

0

L’ATTO IRREVERSIBILE: IL SUICIDIO COME FRONTIERA

Chissà quando nella storia dell’umanità, dall’Homo Sapiens al Sapiens sapiens, è accaduta per la prima volta l’idea di levar la mano su di sé. Chissà quando questo apparente controsenso biologico si è sviluppato. Alla fine l’unico vero impulso suicidario naturale sembra quello di virus e batteri, che attaccano il loro ospite anche se questo li…

0

11 settembre 2001: la prospettiva del trauma nello spazio pubblico

Ogni avvenimento violento invoca la presenza di psichiatri e psicologi che intervengano in nome della traccia psichica del dramma: il trauma. Ma quello che è accaduto l’11 settembre 2001 non ha lasciato nessuno indenne, perché tutti, vittime e non, erano e sono tutt’ora rimasti traumatizzati da questo evento dalla portata mediatica globale. Sono trascorsi diciannove…

0

Vincere il tempo: mito e memoria in Sebald

Mito e memoria sono due tra i molteplici motivi, filosoficamente fondamentali, che emergono dalla complessa stratificazione interna dell’opera di W. G. Sebald, autore senz’altro cruciale nell’orizzonte della cultura letteraria contemporanea. A offrire un contributo prezioso alla ricomprensione (in termini propriamente estetico-filosofici, e non meramente storico-critici) di entrambi i temi appena evocati, come pure della relazione…

gli impiegati
0

La selezione dell’impiegato: o come diventare soldato semplice del capitale secondo Siegfried Kracauer

“Quelli che un tempo erano i ‘sottufficiali del capitale’ si sono trasformati in un cospicuo esercito che tra le sue file conta un numero sempre maggiore di soldati semplici e interscambiabili. (…) La proletarizzazione degli impiegati è un fatto indubitabile. In ogni caso le condizioni sociali di ampi strati di impiegati sono simili a quelle…

Scenari. Il settimanale di approfondimento culturale di Mimesis Edizioni Visita anche Mimesis-Group.com // ISSN 2385-1139